Copyright, approvata la direttiva sul diritto d’autore che tutela le piccole imprese

L’approvazione della Direttiva Copyright favorisce la tutela del diritto d’autore ed è a favore di chi produce contenuti.

copyright

La nuova normativa sui copyright approvata dal Parlamento Europeo responsabilizza le grandi piattaforme online e garantisce maggiori tutele per gli autori di “opere dell’ingegno” al fine di salvaguardare la libertà di espressione nel web. Questi i vantaggi secondo CNA della direttiva sui copyright approvata dal Parlamento Europeo a favore delle piccole imprese.

Le novità introdotte dalla direttiva

Uno degli elementi previsti dalla nuova normativa riguarda l’introduzione della responsabilità delle piattaforme digitali per la pubblicazione di contenuti protetti da copyright. Le piattaforme che guadagnano sull’intermediazione di opere altrui, come Facebook, Google e Youtube, dovranno ora controllare ciò che viene caricato online dagli utenti e assicurare la stipula di licenze con i legittimi proprietari dei diritti o la rimozione dei contenuti protetti da copyright, se non ottengono l’autorizzazione.

Sono però escluse alcune categorie di contenuti da tale responsabilità, quali ad esempio le enciclopedie gratuite online come Wikipedia, i meme, gli studi accademici pubblicamente consultabili e le gif.

Un’altra novità è riferita ai titolari del diritto d’autore quali scrittori, giornalisti, artisti e così via che dovranno ora essere remunerati dalle piattaforme per lo sfruttamento delle loro opere. Gli autori di un contenuto editoriale veicolato dalle piattaforme online dovranno essere pagati dai propri editori, ottenendo una quota delle entrate legate al diritto d’autore, e avranno la possibilità di poter ridiscutere i propri compensi nel caso in cui non li ritengano equi.

Rimane ancora libera la condivisione come collegamenti ipertestuali, i cosiddetti link, di articoli di attualità e testi accompagnati da poche righe, anche di citazione.

La tematica in questione è ancora in fase di studio e gli aspetti particolari saranno spiegati in un momento successivo. Anche il Digital Innovation Hub segue da vicino la vicenda ed è a disposizione delle aziende per ulteriori chiarimenti in merito.

Contattaci subito

A chi si rivolge la normativa

La nuova direttiva Copyright si rivolge solamente alle imprese di grandi dimensioni con fatturato superiore ai 10 milioni di euro.

Sono infatti escluse le start–up e le piccole aziende che hanno un fatturato inferiore ai 10 milioni di euro o che sono attive da meno di tre anni. Questo perché l’intento della norma è quello di responsabilizzare i grandi colossi del web, facendo loro controllare ciò che viene caricato dagli utenti, senza però danneggiare le piccole imprese che in questo modo vedono tutelati i contenuti online prodotti.

Per informazioni

Contattaci allo 0444 569900 o invia una mail a mestieri@cnavicenza.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *