Bando regionale: fino a 150 mila euro per le imprese che investono in innovazione e tecnologia

Al via il nuovo Bando della Regione Veneto che prevede contributi a fondo perduto del 30% per gli investimenti tecnologici delle PMI dei settori manifatturiero e artigianato.

Un’occasione ghiotta per le imprese venete che intendono investire sullo sviluppo in chiave tecnologica e innovativa. Grazie al nuovo bando della Regione Veneto infatti, le attività – micro, piccole e medie imprese – possono beneficiare di un contributo a fondo perduto del 30 %, fino a un massimo di 150mila euro, per gli investimenti in interventi di innovazione aziendale:

  • limite massimo contributo euro 150.000,00 (corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari o superiore a euro 500.000,00)
  • limite minimo contributo euro 18.000,00 (corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a euro 60.000,00).

Le agevolazioni sono concesse ai sensi e nei limiti del Regolamento “de minimis”.

Gli interventi ammessi

Il bando, che stanzia un plafond totale di 16 milioni di euro, prevede contributi per progetti che puntano a:

  • introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo;
  • ammodernare i macchinari e gli impianti;
  • accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, anche attraverso lo sviluppo di business digitali.

Verrà inoltre data priorità a piani di investimento che prevedano lo sviluppo di nuovi prodotti o nuovi servizi per l’impresa; che promuovano lo sviluppo di modelli di business a minor impatto ambientale; che incentivino percorsi di eco-innovazione o di eco-design; che privilegino il riutilizzo di strutture edilizie esistenti.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese relative a:

  • acquisto (anche in leasing) di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale, nuovi di fabbrica, funzionali alla realizzazione del progetto proposto.
  • Acquisto di mezzi d’opera e autoveicoli per uso speciale.
  • Acquisto di programmi informatici legati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa; brevetti e know-how in ambito di nuove tecnologie di prodotti, processi produttivi e servizi forniti, funzionali alla realizzazione del progetto proposto.
  • Consulenze specialistiche in ambito di innovazione, strettamente correlate agli investimenti di acquisto di macchinari e impianti previsti.

Le tempistiche: occhio al clic day

Sportello A “Industria 4.0”

Interventi che prevedono spese ammissibili per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale rispondenti al modello c.d. “Industria 4.0”.

Invio delle domande previsto dalle ore 10 di martedì 9 luglio 2019, fino alle ore 17.00 di martedì 16 luglio 2019.

Sportello B “NON industria 4.0”

Interventi che NON prevedono spese ammissibili per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature tecnologiche per la fabbricazione digitale rispondenti al modello c.d. “Industria 4.0”.

Invio delle domande previsto dalle ore 10 di giovedì 18 luglio 2019 fino alle ore 17.00 di giovedì 25 luglio 2019.

Vuoi partecipare? Fai il check up gratuito dei requisiti con CNA!

Essendo un bando “a sportello” è importante riuscire ad essere tra i primi a presentare domanda (viene finanziato chi presenta domanda per primo).

Ma niente paura, per aiutarti ci siamo noi di CNA.

Con i nostri consulenti specializzati potrai fare un check up gratuito per valutare i requisiti necessari all’ammissione al bando e verificare la conformità della tipologia di intervento/di investimento.

Non perdere tempo, affidati a noi! Ti seguiremo passo passo in tutti gli adempimenti previsti, in modo da aiutarti ad accedere al contributo.

RICHIEDI UN CHECK-UP GRATUITO

Oppure chiamaci allo 0444 569 900.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now Button