Privacy, dal 19 settembre le nuove regole. Ora non ci sono più scuse per rimandare

Pubblicato in gazzetta il decreto che introduce alcune novità e chiarisce questioni ancora in ombra. Da ottobre via nuovi corsi nelle sedi CNA.

Privacy, Sicurezza, Dati, Gdpr

Il processo di adeguamento alla normativa europea sulla privacy – il famoso GDPR – prosegue. È stato infatti pubblicato in gazzetta ufficiale lo scorso 4 settembre il D.lgs 101/2018, che adegua l’ordinamento italiano al Regolamento 2016/679, e che entrerà in vigore il prossimo 19 settembre.

Tra i punti salienti che il legislatore ha chiarito, c’è la questione del Codice Privacy del 2003: il vecchio provvedimento non sarà infatti abrogato, come pareva inizialmente, ma verrà rimaneggiato e integrato dal D.lgs. 101/2018.

Tutte le novità

Innanzitutto, il nuovo decreto prevede il riassetto sanzionatorio. Partendo dal “vecchio” Codice Privacy, vengono recuperati alcuni dei reati già previsti dalla passata normativa (es. il trattamento illecito di dati personali, l’acquisizione fraudolenta e le false dichiarazioni rese al Garante).

Una buona notizia arriva per quanto riguarda le sanzioni. A partire dal 19 settembre, e per gli 8 mesi successivi, vi sarà infatti un’applicazione graduale. Attenzione però: questo non significa che le sanzioni non ci saranno, ma solo che saranno ridotte in questo arco di tempo, per permettere a tutti di adeguarsi alle nuove disposizioni.

Il messaggio resta quindi: non perdete tempo, perché il processo è già in atto e chi resta indietro rischia grosso!

Per quanto riguarda i minori, viene portata a 14 anni l’età per esprimere il consenso al trattamento dei dati. I minori vengono inoltre tutelati con una specifica fattispecie di reato: il divieto di pubblicazione dei dati.

Altra novità riguarda le società che effettuano selezione del personale. Le informazioni previste dall’articolo 13 del GDPR (la cosiddetta “informativa”) dovranno essere fornite al momento del primo contatto utile successivo all’invio (es. se il recruiter risponde direttamente alla mail di invio del curriculum).

Il nuovo decreto introduce anche una nuova figura all’interno dell’organigramma aziendale privacy: il “designato per specifici compiti e funzioni connessi al trattamento dei dati”. Quest’ultimo non va confuso col “vecchio” responsabile interno del trattamento e dovrà essere designato con atto scritto, indicando puntualmente tutti i compiti affidatigli.

Cosa c’è da fare in sintesi

Ricapitolando, l’assetto organizzativo interno da applicare a tutti i settori pubblici e privati, comprenderà:

  • il Titolare del trattamento – che decide le finalità, i mezzi e le misure di sicurezza;
  • i designati per specifici compiti e funzioni – che svolgono, sotto l’autorità diretta del Titolare del trattamento, le attività indicate nell’atto di nomina;
  • le persone autorizzate al trattamento dei dati (che sono gli incaricati) e che operano sotto la diretta autorità del titolare;
  • il responsabile della protezione dei dati – DPO (interno o esterno)
  • il responsabile del trattamento (all’esterno del titolare)

E tu, hai già predisposto un piano di gestione della privacy in azienda?

Il GDPR – nuovo regolamento europeo sulla privacy – è in vigore da qualche mese, ma molte imprese, soprattutto di piccole dimensioni, non hanno ancora provveduto a pianificare e sviluppare un progetto di gestione dei dati personali di clienti, dipendenti, fornitori, ecc.

L’Area Privacy di CNA Vicenza supporta le aziende in questo processo, con consulenze mirate e servizi personalizzati, per adeguarsi al meglio alle nuove direttive e mettersi in regola su tutti i fronti.

I prossimi corsi CNA in partenza

Dopo il tutto esaurito registrato nelle 4 edizioni su Vicenza, il corso pratico sulla Privacy targato CNA arriva anche nelle sedi locali dell’associazione: 4 appuntamenti – ValdagnoBassanoThiene e Montecchio Maggiore – per dare un’opportunità in più a imprese e artigiani del territorio che non hanno ancora predisposto un piano di gestione dei dati in azienda.

>> SCOPRI IL CALENDARIO COMPLETO QUI

Vuoi saperne di più? Contattaci!

0444 569 900

privacy@cnavicenza.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *